memoriale a trencadis “l’amore è l’opposto della violenza”

dav

Dopo il trencadis “la danza dei colori”, visto il gradimento della popolazione, era già nell’aria l’idea di fare qualcosa di altrettanto colorato nella zona della scuola elementare, al momento dominata dal grigio dei muri di cemento

sdr

qualche tempo dopo si è individuata una aiola semi-abbandonata, e all’idea del colore si è unita la necessità – da parte del comune – di ricordare le donne vittime della violenza…

sdr

l’aiola è stata dunque completamente ridisegnata in modo da trasformarsi in una sorta di monumento , o più esattamente di “memoriale”, qualcosa che subliminalmente, con leggerezza – siamo vicino ad una scuola elementare – suggerisse anche l’idea (purtroppo ineludibile) di una lapide.

dav

secondo le indicazioni base della psicologia, la comunicazione deve sempre essere “assertiva”, perché il cervello limbico non registra le negazioni…

dav

e per evitare qualunque retorica il messaggio deve essere estremamente chiaro, semplice e pulito: così è stata accettata l’idea di

“l’amore è l’opposto della violenza”

dav

e il colore non poteva essere altro che il rosso…

dav

ma il rosso della scritta Amore è molto vivo, riscaldato da frammenti di verde, di viola e di bruno

dav

mentre il rosso intorno alla scritta “violenza” risulta piatto e duro…

dav

e ugualmente le piccole piante di roselline bianche che in primavera andranno a riempire l’aiola saranno sia un allegro ornamento che uno spunto per ricordare le vittime di femminicidio.

nor

a questa aiola è stata accostata “la panchina della gentilezza”, di cui ho parlato QUI

dig

Entrambe le opere, ancor prima di veicolare messaggi e di avere funzioni pratiche -aiola e panchina- nascono con il semplice e immediato scopo di impreziosire e dare colore allo spazio urbano.

trencadis memoriale amore contrario violenza 11

e in questo l’umile tecnica del trencadis è davvero insuperabile!

foto paolo rinaldi 17

foto di pier paolo rinaldi

Luca Riggio

testi e immagini sono di Luca Riggio

si utilizzano solo citando la fonte

http://www.laboratoriosanluca.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...