Il rissêu della Chiesa di S.Martino di Velva

 

Il mio computer continua ad essere pieno di foto di rissêu liguri che aspettano da anni un po’ di visibilità su questo sito, ma essere ritornato a Velva mi dà lo stimolo per mostrare questo capolavoro: un piccolo, antichissimo paesino sul crinale di un monte, in fondo alla Val Petronio.velva carta

 E in questo paesino quasi fatato e quasi disabitato dorme una splendida principessa, con un vestito riccamente decorato da raffinati disegni magici…

velva rid27

Il sagrato della Chiesa di S.Martino si estende a nord e a ovest della Chiesa stessa, formando una “L” con i lati di circa 18 metri e  la larghezza media di 5 metri.

velva rid28
La superficie totale è di mq 129, più due gradoni di accesso per circa 15 mq.
Vi si può passare sotto, in quanto la parte sud del piazzale insiste per circa 24 mq su di una volta in pietra.

Uno zerbino davanti alla porta nord indica la data del 1868:

zerbino rid

La particolarità di questo acciottolato è nella grande ricchezza e varietà delle decorazioni -una sequenza di tondi con disegni quasi tutti diversi tra loro- e nella gamma dei colori utilizzati che, oltre al bianco, al nero e al rosso caratteristici di questa zona, vede anche un accurato utilizzo del grigio nel tratto grafico, e non solo nelle campiture.

velva rid35

purtroppo le foto non sono chiarissime, perchè la maggior parte dell’acciottolato risulta al momento coperta da uno strato di muschio: con un po’ di elaborazione grafica si riescono però a recuperare i disegni in tutta la loro vitalità e bellezza

velva rid05

velva rid06

velva rid07

velva rid08

velva rid09

velva rid10

quelli qui raffigurati sono solo alcuni dei motivi decorativi della pavimentazione.

Ho l’impressione che qui troviamo ancora una creatività ed una esuberanza di sapore settecentesco inserita in uno schema di rigore compositivo tipico delle opere dell’800.

Auguro a questo capolavoro “dimenticato” se non proprio la fama che merita – sembra che il mondo stia andando da un’altra parte rispetto alla silenziosa seduzione di questi simboli senza tempo – almeno quel minimo di cura che ne permetta il godimento da parte dei velvesi e dei coraggiosi turisti che in questi luoghi si avventureranno – e ne vale davvero la pena!

velva rid38

Annunci