Le 100 aiole di Viale Canepa

Sotto un diluvio implacabile sto tentando di concludere la grande avventura delle 100 aiole di Viale Canepa, a Genova Sestri Ponente

L’ho chiamata avventura non solo per la mole di lavoro (100 aiole per un totale di circa 250 metri quadri di acciottolato) e la complessità logistica del cantiere sparso su alcune centinaia di metri

ma soprattutto perchè da tempo non c’era stato un progetto pubblico che lasciasse libertà creativa ad un acciottolatore…

L’evento è dunque straordinario ed entusiasmante per un artigiano in continua ricerca come me, ma anche una grandissima scommessa e una grande responsabilità: volevo proporre qualcosa di speciale, col rischio che non fosse accettato…

il primissimo spunto

Mi è sembrata l’occasione d’oro per far vedere al mondo che ancora con l’acciottolato si può creare, inventare e ricercare realizzando opere insieme nuove, antichissime e …senza tempo!

il primo campione per Aster

Per questo, dopo centinaia e centinaia di metri quadri di pavimenti in ciottoli realizzati o restaurati, ho messo momentaneamente da parte i classici motivi genovesi bianco/neri e propongo i ciottoli nella loro nuda bellezza, senza disegno nè contrasti di tono.

ascoli satriano (foggia), 200 a.C.
sestri ponente (genova), 2019 d.C.

Li chiamo “talking pebbles” – i ciottoli che parlano da soli , un percorso espressivo sviluppatosi qualche anno fa, stimolato dalle ricerche sugli acciottolati più antichi…

La posa stessa accompagna il ciottolo, senza costringerlo dentro una forma: l’armonia si genera semplicemente dagli accostamenti e dall’espressione di gradi diversi di energia: esplosiva, fluida, trattenuta, ordinata o neutra…

cercando, di aiola in aiola, di accostare sempre tipi diversi tra loro

ogni grafica ha un nome segreto…

e soprattutto un senso: non vi è mai una decoratività fine a sé stessa…

ma sempre cerco il piacere di esprimere un ritmo, un livello energetico preciso

divertendomi poi a cercare continue variazioni…

e variazioni nelle variazioni…

potenzialmente all’infinito…

Tecnicamente parlando, ho utilizzato una malta “antica”, con inerti particolari e calce idraulica come legante: il risultato è un pavimento estremamente permeabile – come espressamente richiesto da Aster – e lievemente deformabile nel tempo

oltre che dal legante la tenuta è data – come accade di regola per un acciottolato degno di questo nome – dal buon incastro e dal buon affondamento nei ciottoli che, come iceberg, mostrano in superficie solo una minima parte del reale volume.

questo motivo, caratterizzante dello stile “talking pebbles”, è tra i più apprezzati, e mi piace chiamarlo Esplosioni – anche se in molti l’hanno definito “i fiori”…

concludo ringraziando Alessandro Savio e Francesca Ferrari di Aster, che hanno seguito il lavoro con estrema gentilezza e collaboratività.

Ringrazio di cuore anche Pier Paolo Piras, che mi ha aiutato non poco nel recupero, trasporto e logistica dei vari materiali – capitolo dolente ma importante e complesso del mosaico di ciottoli.

Infine ringrazio Moreno Altafin e Luciano Bonzini, che mi hanno aiutato nella posa superando la difficoltà di lavorare sul filo della linea sottile che separa il troppo ordine, compiaciuto e mortificante, dall’eccessiva immediatezza, altrettanto sgradevole…

Un momento, manca ancora il signore che mi calava le bottiglie del suo vino dalla finestra!!!

PS: per chi è curioso di vedere come si svolge il lavoro di posa (la parte più importante, ma solo una delle tante fasi del lavoro) aggiungo un breve video girato quasi a mia insaputa dal signor Leonardo Roncarolo, che ringrazio moltissimo!

acciottolato: il momento della posa

testi e immagini sono di Luca Riggio

riproduzioni anche parziali solo con citazione della fonte http://www.laboratoriosanluca.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...